martedì 7 dicembre 2010

ALPHATAURUS - Alphataurus - 1973 - pagina aperta a tutti i visitatori



Rock progressivo Italiano, un ritorno agli anni ‘70.
Versioni assolutamente originali rippate da vinile

Proveniente da Milano, il gruppo ha al suo attivo un unico album ufficiale, uscito nel 1973 e prodotto dalla allora neonata etichetta Magma, fondata da Vittorio De Scalzi dei New Trolls. Come molti gruppi progressivi di quei primi anni '70, anche gli Alphataurus devono fare i conti con scarsi riscontri di vendita che portano ben presto il gruppo allo scioglimento, proprio mentre stavano preparando il materiale per un nuovo album. Questi brani sono poi stati pubblicati nel 1992 dalla Mellow Record su un album intitolato Dietro l'uragano. L’album si intitola “Alphataurus” come il loro nome, si tratta di un lavoro nel quale si mettono in luce soprattutto il cantante Michele Bavaro ed il tastierista Pietro Pellegrini. I brani sono cinque lunghe galoppate in atmosfere differenziate, ma coese dalla ferma messa in guardia sui pericoli della tecnologia e della perdita d'identità dell'uomo nella società moderna. Dotato di una preziosa veste grafica (copertina apribile in tre parti) e prodotto ancora meglio, l'album si dipana in maniera varia e straordinariamente ben eseguita con momenti che spaziano dal barocco al melodico sino ad intrufolarsi con gran classe nel pop-rock. La voce del cantante Michele Bavaro è azzeccata, autorevole e sempre presente nello svolgimento del disco, ma forse sin troppo aggressiva. Le parti strumentali denotano una gran classe esecutiva e tecnica, tranquillamente comparabile a quella di molti colleghi più noti. La qualità della produzione è ottima e si capisce che dietro la consolle ci sono musicisti di gran pregio quali sono appunto i due fratelli De Scalzi.La presenza dei due New Trolls deve anche essere stata sfruttata anche per molti parti corali data la tremenda somiglianza di "Alphataurus "con certi punti di "Concerto grosso". Sembra addirittura che i due fratelli De Scalzi abbiano tramutato gli Alphataurus in quello che i New Trolls avrebbero voluto essere in quel periodo...Ma di cloni dei NT ce n'erano già abbastanza, e ciò che restava di originale in questa opera prima non fu sufficiente per far proseguire il gruppo che si sciolse durante le registrazioni del secondo album.
Recensione ricavata dalla rete.

Formazione
Guido Wasserman - chitarra
Michele Bavaro - voce
Pietro Pellegrini - tastiere
Alfonso Oliva - basso
Giorgio Santandrea – batteria

Track list
01 - Alphataurus - Peccato d'orgoglio
02 - Alphataurus - Dopo l'uragano
03 - Alphataurus - Croma
04 - Alphataurus - La mente vola
05 - Alphataurus - Ombra muta

tnx andrea1952
informazioni su
dopobasta.blogspot.com

2 commenti:

vitodibiasi ha detto...

Tags

MEGAUPLOAD
DEPOSITFILES
FLYUPLOAD
EASYSHARE
ZIPPYSHARE
LOAD.TO
2SHARED
MEDIAFIRE
RAPIDSHARE
TORRENT

01 - Alphataurus - Peccato d'orgoglio
02 - Alphataurus - Dopo l'uragano
03 - Alphataurus - Croma
04 - Alphataurus - La mente vola
05 - Alphataurus - Ombra muta

vitodibiasi ha detto...

I commenti lasciati qui sul blog non vengono pubblicati. Utilizzate il forum nell'apposita area "il blog del sito".