sabato 22 settembre 2012

AA.VV. - Tributo a Ivan Graziani - 2012 - pagina aperta a tutti i visitatori




01 - marlene kuntz - monna lisa
02 - linea 77 - i metallari
03 - roy paci & aretuska - prudenza mai
04 - paolo benvegnù - olanda
05 - simone cristicchi - firenze (canzone triste)
06 - cristina donà - agnese
07 - marta sui tubi - pigro
08 - mauro ermanno giovanardi - lugano addio
09 - filippo graziani - e sei cosi' bella
10 - raiz - fuoco sulla collina
11 - tre allegri ragazzi morti - i lupi
12 - luca morino - cleo
13 - angela baraldi & massimo zamboni - lontano dalla paura
14 - titor - motocross


Non è stata una svista. Per fortuna. E finalmente ci sarà un occhio di riguardo a quel chitarrista - inevitabile citare uno dei suoi pezzi più famosi - dimenticato troppo in fretta. Ma Ivan Graziani non era solo un chitarrista. Troppo facile. Anche se di Fender se ne intendeva assai. Era un cantautore. E dispiace che ogni qualvolta si affronti una discussione sul cantautorato italiano il suo nome, purtroppo, finisca spesso in panchina. Non era il suo un "cantar politico", ma affondava comunque colpi più forti, anche senza trascinare le folle nelle assemblee. E allora, a proposito di vista lunga, altro che "svista", ci ha pensato il figlio Filippo a riportare alla memoria di chi si fosse dimenticato il padre. Prima con un tour emozionante, cui partecipava anche il fratello. Emozionante, perché si vedeva a occhio nudo quanto il ragazzo ci tenesse. E quando ricantava i pezzi forti del repertorio del padre da "Firenze" ad "Agnese", c'era anche il caso - ed è successo a me - che venisse pure un po' di pelle d'oca. Ivan Graziani se ne è andato quindici anni fa. E alla fine dello scorso mese è uscito un tributo. Doveroso è quanto meno l'aggettivo più azzeccato per definirlo. Filippo ha radunato una serie di artisti di quella che una volta veniva definita la scena indipendente. Certo, qualcuno avrà pure firmato qualche contratto con le major: ma dai Marlene Kuntz che rifanno una versione di "Monna Lisa" da ascoltare a tutto volume a Joe (il Giovanardi dei La Crus) che convince con una bellissima "Lugano Addio", il risultato è riuscito. Ah, dimenticavo.... Astenersi i perditempo dall'ascolto: insomma quelli che sostengono, tanto per intendersi, che quegli altri lì, quelli che hanno rifatto le canzoni di Ivan Graziani, suonano e cantano cover perché non hanno nulla da dire. Boiata pazzesca per dirla alla Fantozzi. L'evangelizzazione musicale e la riscoperta di un cantautore come Ivan Graziani passano anche per lavori del genere. 
recensione tratta da quotidiano.net


tnx andrea1952 (a2)
informazioni e link su solocompilation.blogspot.it

2 commenti:

Vito Dalla Torre ha detto...

Tags
FILESERVE
WUPLOAD
RAPIDSHARE
HOTFILE
FILESONIC
UPLOADING
FILEFACTORY
EASY-SHARE
BITSHARE
DUCKLOAD
DEPOSITFILES
MEDIAFIRE
TORRENT
MP3
DOWNLOAD
01 - marlene kuntz - monna lisa
02 - linea 77 - i metallari
03 - roy paci & aretuska - prudenza mai
04 - paolo benvegnù - olanda
05 - simone cristicchi - firenze (canzone triste)
06 - cristina donà - agnese
07 - marta sui tubi - pigro
08 - mauro ermanno giovanardi - lugano addio
09 - filippo graziani - e sei cosi' bella
10 - raiz - fuoco sulla collina
11 - tre allegri ragazzi morti - i lupi
12 - luca morino - cleo
13 - angela baraldi & massimo zamboni - lontano dalla paura
14 - titor - motocross

Vito Dalla Torre ha detto...

Per accedere a questa pagina è necessario essere registrati al forum
La registrazione è gratuita.
il link del forum è qui
http://www.musicwebcommunity.net/vito/

Le informazioni che cerchi sono sul forum (necessaria la registrazione)

I commenti lasciati qui sul blog non vengono pubblicati. Utilizzate il forum nell'apposita area "il blog del sito".