sabato 5 settembre 2009

ALTO GRADIMENTO - Opera omnia - quarta raccolta



Nel 1970 con ALTO GRADIMENTO si inventa una formula rivoluzionaria per la radio, basata sull'improvvisazione e sull'utilizzo inedito, al contempo intelligente e demenziale. La prima puntata di ALTO GRADIMENTO andò in onda il 7 luglio 1970, dalle 13 alle 14, e così sarà per oltre sei anni. Al fianco di Arbore e di Boncompagni c'erano Giorgio Bracardi, Mario Marenco, ed altri pomeriggi. Arbore ha dichiarato che l'idea di ALTO GRADIMENTO nacque da un film americano che aveva avuto successo negli anni '50: HELZAPOPPIN' di Henry G.Potter: una successione ininterrotta di battute e situazioni, a volte idiote, ma capaci di far ridere, a volte sorprendenti per la loro capacità di stravolgere le convenzioni. Max Vinella, il colonnello Buttiglione, Scarpantibus, la Sgarambona, il professor Aristogitone, lo studente Verzo, il tenente Catenacci, furono personaggi che entrarono nell'immaginario collettivo. ALTO GRADIMENTO fu uno stralunato gioco dissacrazione delle regole della radio, della pubblicità di prodotti inesistenti e surreali, del ricorso sistematico alla tecnica del tormentone. ALTO GRADIMENTO è stato un fenomeno di costume, il modello di tutte le radio libere nate negli anni '70, e tuttora influenza moltissimi programmi radiofonici. Come ha giustamente osservato Denis Gianniberti: "Al di là di tutto quello che si può dire, delle parole che si possono spendere, degli elogi che si possono fare, io inviterei semplicemente ad ascoltare qualche brano del programma radiofonico scegliendo uno qualsiasi dei files audio. Vi ritroverete a divertirvi ascoltando qualcosa che codificherete come attuale e moderno; sotto questo aspetto (ma soltanto sotto questo aspetto...) è come se accendeste la radio oggi. "Alto Gradimento", che Arbore firma e conduce (ancora in tandem con Boncompagni), risale a 35 anni fa. Ma non ve ne accorgerete affatto. Se poi vogliamo dire che è stata un'indimenticabile e indimenticata trasmissione radiofonica, che ha segnato la storia della radio sostituendo il vecchio copione con una dirompente e geniale improvvisazione e che ancora oggi viene presa da esempio come massima espressione della diretta radiofonica, possiamo farlo perchè siamo certi di affermare il vero. Arbore farà dell'improvvisazione un credo artistico per tutti i suoi futuri programmi, radiofonici e televisivi, interpretando la filosofia del jazz nella sua forma più libera e pura. Una scelta che nasce dal modo d'interpretare l'idea stessa di intrattenimento, creando un clima spontaneo e confidenziale, divertente di conseguenza".

circa 20 minuti di trasmissione (quarta raccolta - settembre 2009)

courtesy of ancomarzio.spinder.com
sul sito www.dallatorre.net
mailing list azzurra free - pagina attiva

2 commenti:

vitodibiasi ha detto...

Tags

MEGAUPLOAD
DEPOSITFILES
FLYUPLOAD
EASYSHARE
ZIPPYSHARE
LOAD.TO
2SHARED
MEDIAFIRE
RAPIDSHARE
TORRENT

I commenti lasciati qui sul blog non vengono pubblicati. Utilizzate il forum nell'apposita area "il blog del sito".

vitodibiasi ha detto...

pagina riservata