mercoledì 5 gennaio 2011

PFM - Premiata Forneria Marconi - Storia di un minuto - 1972 - pagina aperta a tutti i visitatori



Rock progressivo Italiano, un ritorno agli anni ‘70.

Già attivi precedentemente come i Quelli, i PFM all'inizio degli anni 70, epoca di pieno fermento progressivo, si orientano come altre formazioni italiane contemporanee, verso la nuova e più complessa musica che viene dalla Gran Bretagna.
Il primo frutto del gruppo è considerato il capolavoro della PFM e opera cardine del progressive italiano.  Storia di un minuto è stato il primo album del gruppo pubblicato a gennaio 1972. La semplicità, gli arrangiamenti lineari e privi di ridondanza e pomposità, unitamente all'attenzione per il piccolo dettaglio, costituiscono il suo pregio più grande, ciò che la rende peculiare. Persino il difetto per eccellenza della Forneria, vale a dire la mancanza di una voce solista di ruolo, viene qui sublimato in una superiore armonia dell'insieme. Apre una breve "Introduzione" corale in crescendo sonoro che prelude al primo vero brano, "Impressioni di settembre", uno dei pezzi forti del repertorio dotato di un epico ritornello al sintetizzatore e di un ottimo finale con delicato vocalizzo corale ancora una volta in crescendo. Segue "È festa", è una sorta di scatenato e trascinante saltarello in versione progressive, quasi interamente strumentale e di notevole impegno tecnico. Occupa la quarta e la quinta traccia il dittico di "Dove… quando…". Canzone composita dalla struttura tipicamente progressiva è "La carrozza di Hans". La parte centrale è invece interamente occupata da un coraggioso, lungo assolo di chitarra acustica, raccolto e meditativo. Chiusura degna di quanto precede è "Grazie davvero", forse la traccia di più difficile comprensione. La sezione vocale è, come sempre, piuttosto volatile, ma compensata e sostenuta da una composizione strumentale assai originale e per più versi ardita, dominata dalla sorprendente fanfara di ottoni e sempre mutevole nel ritmo.
Recensione ricavata dalla rete.

01 - premiata forneria marconi - introduzione
02 - premiata forneria marconi - impressioni di settembre
03 - premiata forneria marconi - e' festa
04 - premiata forneria marconi - dove...quando...(parte I)
05 - premiata forneria marconi - dove...quando...(parte II)
06 - premiata forneria marconi - la carrozza di Hans
07 - premiata forneria marconi - grazie davvero

Formazione:
Franz Di Cioccio - batteria, percussioni
Franco Mussida - chitarra, voce
Mauro Pagani - flauto, violino, voce
Giorgio Piazza - basso elettrico
Flavio Premoli - organo, pianoforte, mellotron, moog, voce

tnx andrea1952
informazioni su
dopobasta.blogspot.com

2 commenti:

vitodibiasi ha detto...

Tags

MEGAUPLOAD
DEPOSITFILES
FLYUPLOAD
EASYSHARE
ZIPPYSHARE
LOAD.TO
2SHARED
MEDIAFIRE
RAPIDSHARE
TORRENT

Già attivi precedentemente come i Quelli, i PFM all'inizio degli anni 70, epoca di pieno fermento progressivo, si orientano come altre formazioni italiane contemporanee, verso la nuova e più complessa musica che viene dalla Gran Bretagna.
Il primo frutto del gruppo è considerato il capolavoro della PFM e opera cardine del progressive italiano. Storia di un minuto è stato il primo album del gruppo pubblicato a gennaio 1972. La semplicità, gli arrangiamenti lineari e privi di ridondanza e pomposità, unitamente all'attenzione per il piccolo dettaglio, costituiscono il suo pregio più grande, ciò che la rende peculiare. Persino il difetto per eccellenza della Forneria, vale a dire la mancanza di una voce solista di ruolo, viene qui sublimato in una superiore armonia dell'insieme. Apre una breve "Introduzione" corale in crescendo sonoro che prelude al primo vero brano, "Impressioni di settembre", uno dei pezzi forti del repertorio dotato di un epico ritornello al sintetizzatore e di un ottimo finale con delicato vocalizzo corale ancora una volta in crescendo. Segue "È festa", è una sorta di scatenato e trascinante saltarello in versione progressive, quasi interamente strumentale e di notevole impegno tecnico. Occupa la quarta e la quinta traccia il dittico di "Dove… quando…". Canzone composita dalla struttura tipicamente progressiva è "La carrozza di Hans". La parte centrale è invece interamente occupata da un coraggioso, lungo assolo di chitarra acustica, raccolto e meditativo. Chiusura degna di quanto precede è "Grazie davvero", forse la traccia di più difficile comprensione. La sezione vocale è, come sempre, piuttosto volatile, ma compensata e sostenuta da una composizione strumentale assai originale e per più versi ardita, dominata dalla sorprendente fanfara di ottoni e sempre mutevole nel ritmo.
Recensione ricavata dalla rete.

01 - premiata forneria marconi - introduzione
02 - premiata forneria marconi - impressioni di settembre
03 - premiata forneria marconi - e' festa
04 - premiata forneria marconi - dove...quando...(parte I)
05 - premiata forneria marconi - dove...quando...(parte II)
06 - premiata forneria marconi - la carrozza di Hans
07 - premiata forneria marconi - grazie davvero

vitodibiasi ha detto...

I commenti lasciati qui sul blog non vengono pubblicati. Utilizzate il forum nell'apposita area "il blog del sito".